Raccontare un luogo – il quartiere di San Faustino a Viterbo

Workshop di produzione audiovisiva di cinema del reale
13 – 19 novembre 2017

Nell’ambito del Progetto “Sportello Universitario Pace e Cooperazione” e otto per mille della chiesa valdese

Candidati per partecipare al workshop! Stiamo cercando 5 studenti!
Invia la tua domanda a info@aucs.it entro il 6 novembre 2017
A seguito della domanda verrà effettuata una selezione dei partecipanti attraverso un colloquio.

I dieci partecipanti al workshop verranno condotti in un percorso di realizzazione di un corto documentario con lo scopo di raccontare il quartiere di San Faustino, a Viterbo.

Dal 2014 il dibattito sul degrado e sulla sicurezza nella città di Viterbo si è concentrato sul quartiere di San Faustino: la presenza di stranieri è spesso percepita da molti residenti come una delle cause principali di microcriminalità e di difficile convivenza.

Partecipanti
5 richiedenti asilo/rifugiati/titolari di protezione internazionale e umanitaria e 5 studenti universitari

Obiettivi
Il corso fornirà elementi base di conoscenza per la realizzazione di un corto documentario. Imparare dunque, in questo caso specifico a raccontare un luogo utilizzando come mezzo il cinema documentario. Al termine del workshop verrà realizzato quindi un corto documentario.

Struttura
Parte teorica: lezioni teoriche/pratiche sul genere del Cinema del Reale;
Parte pratica: esercizi e decisioni su cosa filmo e perché.

Cosa si richiede ai partecipanti:
un interesse genuino nei confronti del cinema del reale e dello spazio che si andrà a raccontare. Voglia di filmare e di mettersi in gioco.
Tutti gli strumenti tecnici verranno messi a disposizione dall’associazione

Quando
Da lunedì 13 ottobre a domenica 19 ottobre, circa 6 ore giornaliere

Dove
Spazio ARCI Biancovolta (via delle Piagge 23, Viterbo)

Costi
20 euro comprensivo di tessera ARCI

Il workshop sarà tenuto dai documentaristi Bartolomeo Pampaloni e Sabrina Iannucci.

 


WORKSHOP DEGLI ANNI PRECEDENTI


2016 | RACCONTARE UN LUOGO
Laboratorio di produzione audiovisiva orientato al cinema documentario

ll workshop si è svolto tra novembre e dicembre 2016 presso la Casa Circondariale di Viterbo con l’obbiettivo di fornire gli elementi base di conoscenza per la realizzazione di un corto documentario, dall’ideazione al videomaking.
Il workshop ha coinvolto 5 studenti dell’Università degli Studi della Tuscia e a 5 persone detenute.
I partecipanti hanno imparato a raccontare un luogo utilizzando come mezzo il cinema documentario e in particolare quello di osservare e documentare il contesto detentivo attraverso due differenti sguardi, quello di chi lo vive quotidianamente e quello di chi vi entra in contatto per la prima volta.

Il workshop è stato curato da Margherita Panizon e Sabrina Iannucci.
Coordinato da Sara Bauli e Laura Crescentini

Il workshop è stato realizzato in collaborazione con ARCI Solidarietà Viterbo Onlus
Il materiale per la realizzazione del workshop è stato gentilmente concesso dall’associazione Filmap e ARCI Movie.

 


2015| VISONI DEL PAESAGGIO
Laboratorio di produzione audiovisiva itinerante nel Bio-distretto della Via Amerina e delle Forre

Il workshop si è svolto nell’aprile del 2015 presso il Bio-distretto della via Amerina e delle Forre, un territorio comprendente 11 comuni della Provincia di Viterbo.

I partecipanti hanno realizzato un video-documentario: “Discovering the Via Amerina e delle Forre Bio-district” che è stato presentato ad EXPO 2015

(www.youtube.com/watch?v=7tDUPPaBLDI).Obbiettivo del laboratorio è stato quello di raccontare attraverso il cinema documentario il paesaggio rurale, le ricchezze naturalistiche e storico-artistiche nell’area della Via Amerina.

Il Workshop è stato curato da Golconda Group un associazione nata nel 2010 a Firenze come collettivo di registi dall’idea di due allievi della scuola di cinema Immagina: Ariele Pitruzzella ed Emilio D’Aleo.

Partner:
AIAB Associazione Italiana Agricoltura Biologica, Bio-distretto
della Via Amerina e delle Forre.